Fai Squadra Con Noi

Serie D: Muggia cede nel finale, decisivo l’ultimo quarto di una gara a tratti equilibrata

Interclub Borgo di Porto San Rocco Muggia – Santos Basket 60-68 (13-14;22-35;49-43)
Interclub Borgo di Porto San Rocco Muggia: Schillani 15, Caineri, Rebelli 16, Tonut, Manuelli I., Trivillin 10, Manuelli S. 2, Sodomaco 4, Crevatin 10, Liessi, Zampa, Bassi 3. All.: Birnberg-Perin
Santos Basket: Fonda, Bettin 11, Pecchiar, Cacciatori 7, Cumbat S. 4, Cumbat G. 2, Girotto Degli Ivanissevich 2, Zamboni 5, Lucian 4, Spanghero 9, Crevatin 24. All.: Gregori

Si decide nel finale il match tra Interclub e Santos con la vittoria che va ad appannaggio della formazione di coach Gregori, ai rivieraschi rimane il rammarico di averci creduto sino in fondo senza avere trovato il guizzo decisivo per fare propria la gara.
Nonostante qualche errore al tiro la partenza di Muggia è da considerarsi tutto sommato positiva, anche se i troppi 1vs1 concessi agli avversari permettono a quest’ultimi di realizzare diversi tiri piazzati, l’Interclub alla metà del quarto trova il sorpasso grazie all’asse Simone Manuelli-Crevatin (11-8 all’8′) ma nell’arco di 1′ viene prima raggiunta e poi contro sorpassata dal canestro di Lucian (11-12), Sodomaco porta nuovamente avanti i suoi (13-11) ma è il Santos con Crevatin a chiudere il quarto sul +1 (13-14).
La situazione cambia decisamente nel secondo periodo dove un calo a livello difensivo dei rivieraschi danno il la all’accelerata ospite con il Santos a raggiungere il massimo vantaggio della gara (22-35) al 20′.
Al rientro dagli spogliatoi la reazione dell’Interclub si fa sentire: una maggiore velocità nella circolazione di palla oltre ad una difesa ben registrata sono le armi principali della remuntada muggesana che trova il suo apice nel canestro in contropiede messo a segno dal giovane Rebelli (40-40, al 27′), a questo punto l’inerzia della partita passa completamente nelle mani della squadra di casa, un break di 9-3 nell’arco di 3′ consente a Muggia di giungere alla conclusione del periodo avanti di 6 lunghezze (49-43).
Nell’ultimo quarto diversi errori da ambo i lati del campo accompagnati da un certo nervosismo fanno perdere la giusta concentrazione al quintetto rivierasco, ne approfittano così gli avversari che con un parziale di 11-2 mettono nuovamente la freccia del sorpasso per un vantaggio che si dilata sino al +6 (53-59) a 4′ dal termine. Tutto finito? No, l’Interclub ritorna prepotentemente in partita e lo fa portandosi sul -1 (60-61) al 38′, a spezzare definitivamente l’equilibrio è però Crevatin (top scorer dell’incontro con 24 punti a referto, n.d.r.) abile a prendere per mano la sua squadra trascinandola ad una sofferta vittoria.
Questa l’analisi di coach Birnberg alla conclusione del match: “Dispiace molto non aver fatto nostra la partita in quanto ce la siamo giocata alla pari anche se in certe situazioni dovevamo essere più lucidi e maturi, ora dobbiamo guardare avanti cercando di preparare al meglio le prossime partite che ci aspettano”.

 

Lascia un commento