Fai Squadra Con Noi

U18 M: rivieraschi fermati dalla capolista

Azzurra – Interclub 93-55 (28-12;26-20;25-10;14-13)
Interclub: Bernich, Trisciulli 2, Verginella, Padoan 4, Pelizon 7, Tonut 8, Bonetti 14, Lavince, Morgut 17, Apostoli 3, Rabar. All.: Fuligno

Si ferma contro l’Azzurra la serie positiva dei rivieraschi usciti sconfitti per 93-55 in un match dove a fare la differenza è stata l’alta percentuale realizzativa dei padroni di casa capaci di sfruttare al meglio soprattutto il tiro dalla lunga distanza (10 le “bombe” andate a bersaglio, n.d.r.).
“Sapevamo sin dall’inizio che questa era una partita dura da affrontare -commenta coach Fuligno- abbiamo subito non tanto l’aggressività degli avversari ma la loro fisicità sotto canestro, a complicarci ulteriormente la serata è stata l’elevata percentuale nelle triple con Sala, Bratos e Rebelli a menare le danze.
La nostra difesa, seppure attenta, più volte ha avuto delle difficoltà su scarichi e spaziature ben eseguite da un gruppo certamente organizzato, la squadra comunque non si è mai disunita e ha cercato di giocare la sua partita: Bonetti e Morgut si sono dimostrati molto reattivi nelle conclusioni di cui alcune veramente di pregevole fattura, buona pure la prestazione del duo Tonut-Pelizon anche se non siamo stati capaci di sfruttare la loro esplosività al 100%.
Apostoli ha lottato su ogni pallone ma è riuscito a concretizzare poco le buone occasioni vicino a canestro mentre Lavince e Rabar, nei pochi minuti concessi, hanno avuto delle difficoltà a contrastare la fisicità degli avversari anche se l’impegno non è mai mancato. Padoan, Verginella e Bernich non si sono espressi al meglio nei confronti dei loro esterni ma spero che, nonostante il poco spazio avuto a disposizione, questo sia utile per fare ai capire ai 3 ragazzi qual’è il tipo d’intensità che la squadra ha bisogno. Una menzione va pure rivolta a Trisciulli che entrato nel finale di gara ha infilato un canestro in penetrazione degno di applausi.
Tra le note negative va rimarcato il fatto che continuiamo a sbagliare molto dalla lunetta (9/21, n.d.r.), questo senza alcun dubbio è un aspetto che ci deve fare riflettere per lavorare con maggiore impegno durante gli allenamenti in palestra”.

Lascia un commento

logo_Petrol_lavori