Fai Squadra Con Noi

U17 F: ottimo secondo posto delle rivierasche al “Torneo dell’Amicizia”

Esordio stagionale per le nostre ragazze delle annate 2002/03 al “Torneo dell’Amicizia” di Rijeka (Croazia) e ottimo secondo posto conquistato per la formazione di coach Stefano Chermaz in una manifestazione internazionale di assoluto livello dove l’Interclub ha espresso un buon gioco vincendo 2 gare su 3 cedendo solo nell’ultima nei confronti delle slovene del Novo Mesto. Di seguito il commento di ciascuna partita:
 
Interclub – Bihac 50-45
Interclub: Bacchetti 7, Loj 2, Angelini 16, Piemonte 4, Giustolisi 7, Peretti 6, Roici 8, Biagi, Santoro, Cavalieri. All.: Chermaz
Nella gara di apertura del torneo le rivierasche si impongono sulle bosniache del Bihac in un match tirato, vittoria comunque meritata per quanto visto in campo nell’arco dell’incontro.
 
Interclub – Primorsko Goranska Zupanija 36-29
Interclub: Bacchetti, Loi, Angelini 2, Piemonte 9, Giustolisi 16, Peretti 1, Roici 6, Biagi, Santoro, Cavalieri 2. All.:Chermaz
Gara molto intensa tra due formazioni che hanno per lo più cercato di limitare il gioco avversario che a offendere. Chiusi i primi due quarti in perfetta parità (11-11) nella ripresa l’Interclub trova le cose migliori in fase offensiva grazie ad un maggiore gioco di squadra che ha permesso di costruire tiri puliti mantenendo allo stesso tempo una buona pressione in difesa con il tabellone a segnare il massimo vantaggio muggesano sul 32-19, una serie di canestri dalla lunga distanza delle avversarie negli ultimi 2′ di gioco hanno consentito di limare il risultato finale di una partita saldamente nelle mani di Muggia.
 
Interclub – Novo Mesto 35-44
Interclub: Bacchetti 3, Loi, Angelini 4, Piemonte 12, Giustolisi 4, Peretti, Roici 5, Biagi 3, Santoro 2, Cavalieri 2.
All.: Chermaz
Partita molto fisica e giocata dalle nostre con poca tranquillità. Pur disputando un primo tempo dignitoso le rivierasche, causa troppi errori da sotto e su tiri aperti dai 4-5 metri, all’intervallo lungo si trovano in svantaggio di 10 lunghezze (20-10).
Nei secondi 20′ la partita diventa “cattiva” e il divario aumenta sino a toccare il +18 (31-13) in favore delle slovene. A questo punto il tecnico muggesano riesce a far giocare con più tranquillità la squadra che di fatto trova una maggiore vena realizzativa accorciando lo scarto finale a 9 punti.

Lascia un commento