Fai Squadra Con Noi

Serie D: trasferta amara per l’Interclub a Cervignano

Credifriuli Cervignano – Interclub 71-45 (15-12;28-17;52-26)
Credifriuli Cervignano: Brancati 7, Buzzin, Scrosoppi 11, Vignuda 3, Pieri 9, Musig 3, Piani 13, Meroi, Di Just 10, Rivoli 3, Cestaro 12. All.: Miani
Interclub: Manuelli I. 3, Sodomaco 4, Tonut 11, Liessi, Schillani 7, Grasso 8, Lavince M., Bembich, Manuelli S. 2, Rebelli 3, Lavince F. 2, Rakic 5. All.: Gregori
 
Gara senza storia tra Credifriuli Cervignano e Interclub con i rivieraschi capaci di rimanere agganciati alla formazione di casa solo nei primi 10′ grazie ad una difesa piuttosto compatta ed il più delle volte abile nell’innescare precisi contropiedi atti a produrre buone conclusioni, Muggia riesce così a rimanere aggrappata nel punteggio anche perché dal versante opposto i bianco-blu commettono più di qualche errore offensivo, al suono della prima sirena il tabellone indica +3 (15-12) a favore di Cervignano.
Le cose non cambiano neppure nel quarto seguente dove l’Interclub fatica ad attaccare il canestro (saranno solo 5 i punti realizzati nell’arco dell’intero periodo, n.d.r.) mentre i friulani, allo stesso tempo, aumentano la propria intensità di gioco al punto tale da migliorare le proprie percentuali al tiro, fattore determinante per l’allungo degli uomini guidati da coach Miani capaci di trovare a metà gara il vantaggio in doppia cifra (28-17).
Muggia già costretta a rincorrere non riesce a rialzarsi in maniera concreta, l’attacco continua a presentare delle difficoltà nel trovare la via del canestro, transizioni non concretizzate al meglio e un giro palla lento e prevedibile a difesa schierata concedono facili ripartenze a Cervignano che, senza premere troppo sull’acceleratore, chiude il terzo periodo avanti di 26 punti (52-26).
L’ultimo quarto ha ben poco da dire in termini di posta in palio con i padroni di casa a controllare la gara senza patemi sino al 40′ (71-45).
Queste le parole dell’assistent coach Vancheri raccolte alla conclusione match: “Cervignano ha sicuramente dimostrato sul campo di essere una squadra superiore a noi sia a livello fisico che tecnico. Certamente dispiace per come è andata a finire in quanto nel primo periodo siamo riusciti a tenere testa agli avversari, poi appena loro hanno iniziato a ingranare noi ci siamo fermati. Anche se difficile la partita poteva riaprirsi dopo il 20′, purtroppo la squadra non è stata in grado di andare oltre le difficoltà e gli ostacoli fattori questi che inevitabilmente ci hanno portato alla sconfitta”.
(Ph.: Max Ros Photo)

Lascia un commento