News

Serie B: Interclub - Pol. Casarsa 73-68

Interclub - Pol. Casarsa 73-68 (16-27;30-41;49-55)

Interclub: Samez 15, Castelletto 15, Giustolisi, Silli 16, Sustersich 2, Mervich 11, Degrassi 3, Dimitrijevic 1, Fumis 1, Miccoli, Florit 2, Vesnaver 7. All.: Giuliani

Pol. Casarsa: Pianezzola 3, Piva 4, Furlan 12, Serena 11, Moro, Colussi, Francesconi, Bertolin 13, Fasan 2, De Marchi 3, Renò 5, Guerra 15. All.: Lanza

 

Primo successo stagionale per l'Interclub che tra le mura amiche del PalAquilinia batte la Polisportiva Casarsa al termine di una rimonta culminata da un finale in crescendo, dopo avere toccato il -17 (22-39) alla metà del secondo quarto le rivierasche hanno progressivamente ricucito lo strappo sino a mettere la freccia del sorpasso decisivo all'ultimo giro di lancette.

Avvio di gara da dimenticare per le padrone di casa, soprattutto in difesa, dove il primo quarto si presenta quasi come una fotocopia di quanto visto nei primi 10' la settimana prima a Treviso, ne approfittano le friulane che con una buona fluidità offensiva (in evidenza l'asse Furlan-Guerra e le 2 triple consecutive di Bertolin) allungano sino a toccare il +11 (16-27) alla conclusione del periodo.

La sostanza non cambia neppure all'inizio del secondo quarto dove Casarsa mantiene saldamente le redini del gioco anche se una reazione piuttosto concreta Muggia la trova proprio alla metà del tempo quando sotto di 17 punti (22-39) mette un break di 8-2 utile a ridurre il gap: il notevole pressing sull'avversario accompagnato dai canestri di Susterisch, Vesnaver e Mervich chiudono il periodo (30-41).

Al rientro dall'intervallo l'Interclub entra in campo con tutt'altro piglio rispetto a quanto visto nei 20' precedenti, il quintetto rivierasco prende convinzione dei propri mezzi in difesa serrando le file alle avversarie, allo stesso tempo valide soluzioni al tiro permettono alle nerazzurre di accorciare sensibilmente il distacco sino ad arrivare sul -6 (49-55) al 30'.

Partita riaperta quindi e l'inerzia che passa nelle mani dell'Interclub che a 5' dal termine impatta con Castelletto (60-60) per allungare ulteriormente il divario sino ad arrivare sul +5 (67-62 al 37') grazie alla tripla di Mervich che da respiro alla propria squadra, ma Casarsa non demorde e trova il pari con una bomba di Serena a cui nell'azione seguente si aggiunge il 2/2 dalla lunetta di Piva (67-67).

La tripla di Samez (70-67) a 48'' dalla sirena finale spacca in pratica l'equilibrio della gara, dal versante opposto Serena ai liberi ne mette 1/2 (70-68), il tempo a questo punto diventa tiranno per le ospiti che sono così costrette a ricorrere per 2 volte al fallo sistematico: Castelletto dalla lunetta insacca 3/4 (73-68) regalando di fatto la prima gioia stagionale in campionato al numeroso pubblico accorso sugli spalti del PalAquilinia ad incitare le proprie beniamine.

Chiara è l'analisi di coach Giuliani al termine di un match piuttosto combattuto: “Nei primi 20' eravamo ancora “convalescenti” dalla sconfitta rimediata in quel di Treviso, a partire dalla metà del secondo quarto abbiamo iniziato a giocare esprimendoci solo di forza e senza lucidità cercando spesso soluzioni individuali. Nella ripresa le cose sono cambiate in meglio: sia in difesa che in attacco si è giocato di squadra, c'è stato solo un passaggio a vuoto sul +5 dove è venuta a mancare la freddezza necessaria per chiudere l'incontro ma con la giusta mentalità, grazie a 2 difese perfette, abbiamo costretto l'avversario a commettere fallo, mossa che poi si è rivelata decisamente fruttuosa ai fini del risultato. Questa la considero una vittoria importantissima in quanto dovrà darci ulteriore fiducia su quello che stiamo facendo”.