News

Serie D: Interclub - Pall.Trieste 2004 53-77

Interclub - Pall.Trieste 2004 53-77 (14-16;23-35;39-59)

Interclub: Gelleni ne, Rebelli 8, Manuelli I. ne, Lavince M. 2, Manuelli S. 6, Zampa 4, Bembich 2, Sodomaco 12, Rakic 3, Bernich 4, Caineri 6, Lavince F. 6. All.: Zgur

Pall.Trieste 2004: Serra 5, Comar, Fantoma 15, Tomusic 3, Venier 4, Arnaldo 12, Nisic 3, Longo 10, Antonio 4, Finatti 6, Pieri 8, Shequiri 7. All: Cittadini

 

L'Interclub non riesce ad invertire la rotta di risultati dall'esito negativo e al PalAquilinia cede dinanzi alla Pallacanestro Trieste 2004 per 77-53 in un match dove gli ospiti hanno saputo imprimere l'accelerata decisiva nell'avvio del terzo periodo, dall'altra parte i rivieraschi possono recriminare su un roster ridotto quasi all'osso causa l'assenza di Tonut e gli infortuni di Gelleni e Ivan Manuelli con gli ultimi due in panchina per onor di firma.

La partenza è favorevole ai biancorossi che mettono un break iniziale di 7-2 a cui c'è subito la pronta risposta rivierasca con il duo Rebelli - Simone Manuelli a siglare un contro parziale di 7-0 per un quarto decisamente equilibrato (14-16).

Le rotazioni piuttosto limitate da parte muggesana a cui vanno sommati i diversi palloni persi e l'imprecisione al tiro causata da cattive letture favoriscono inevitabilmente gli ospiti che allungano sino a toccare il +12 (23-35) al 20'.

Nella ripresa coach Zgur deve fare a meno di Rebelli, causa problema muscolare, e getta nella mischia Bernich. La difesa individuale messa in campo dall'Interclub, anche se abbastanza aggressiva, da solo a sprazzi i suoi frutti mancando spesso della giusta continuità con Sodomaco a mettersi in evidenza anche se tutto ciò non basta a fermare la formazione di coach Cittadini che aumenta lo strappo portandosi sul +20 (39-59) alla conclusione del terzo periodo.

Gli ultimi 10' sono in pratica quasi un monologo dei giuliani che per 2 volte trovano il massimo vantaggio della gara raggiungendo il +32 (41-73;43-75), Muggia a questo punto da profondità alla panchina con il risultato di ridurre in parte lo scarto (53-77).

Queste le parole di coach Zgur: “Per rimetterci quanto prima in carreggiata dobbiamo partire dall'elevare la concentrazione durante gli allenamenti in modo da saper gestire l'energia quando serve per non disperderla in maniera irrazionale cercando di recuperare i giocatori che ad inizio stagione hanno avuto maggiore minutaggio. L'augurio è che queste 5 sconfitte consecutive ci aiutino a migliorare la qualità di chi subentra dalla panchina”.