News

Serie D: Santos - Interclub 64-67

R.B.M. Project Santos - Interclub 64-67 (14-16;36-39;47-50)

R.B.M. Project Santos: Schillani ne., Nacini 2, Bettin 8, Dolce 2, Girotto 7, Zamboni 2, Pecchiar 6, Spanghero 11, Cacciatori 6, Crevatin G. 20, Dellavalle ne. All.: Gregori A.

Interclub: Gelleni 7, Rebelli 11, Manuelli I. 5, Lavince M., Manuelli S. 2, Zampa 6, Tonut 12, Bembich 9, Sodomaco 5, Rakic, Bernich ne., Caineri 10. All.: Gregori F.

 

Grinta e determinazione sono gli ingredienti principali del terzo successo in altrettante gare per la formazione guidata da coach Franco Gregori che espugna con pieno merito la palestra“Don Milani” di Altura battendo il Santos al termine di una gara molto combattuta dove i rivieraschi hanno saputo imporsi in maniera più che autoritaria.

L'avvio è contraddistinto da un sostanziale equilibrio, nelle file del Santos a mettersi in evidenza sono Girotto e Bettin mentre Muggia trova nel collettivo la forza necessaria per esprimersi al meglio in fase d'attacco, il quarto si chiude con l'Interclub avanti di 2 lunghezze (14-16).

I rivieraschi proseguono la loro marcia in maniera quasi inarrestabile provando a scappare con le triple di Bembich, Caineri e Manuelli a dare il +9, dal versante opposto la reazione non tarda ad arrivare ed è rappresentata principalmente dal duo Spanghero-Gabriele Crevatin abile a tenere a galla i suoi che vanno così all'intervallo lungo sotto di 3 punti (36-39).

Nella ripresa il pallino è sostanzialmente nelle mani degli ospiti i quali provano a scappare portandosi nuovamente sul +9 ma questi vengono raggiunti con il Santos ad impattare (47-47), al 30' il tabellone indica +3 per Muggia (47-50).

L'equilibrio permane sino alle battute finali con l'ultimo giro di lancette non raccomandato ai deboli di cuore: il Santos trova i punti del sorpasso con Cacciatori ma la risposta non si fa attendere ed è Rebelli dalla media ad insaccare, dal versante opposto Bettin non sfrutta al meglio l'azione perdendo palla, mentre il veterano Bembich in versione “Vince Carter” a 15'' dalla lunetta ne mette 2/2 dando ai suoi il +3. L'assalto finale prima di Spanghero, tiro dalla lunga distanza, e poi di Crevatin, a rimbalzo, non porta ad alcun esito con Caineri a metterci i tentacoli nel sbarrare ogni velleità di rimonta dei padroni di casa (64-67).

Piena è la soddisfazione di coach Franco Gregori al termine della gara: “E' stata una bella vittoria di gruppo, seppure senza l'importante apporto di Gelleni (uscito dal campo causa infortunio, n.d.r.) negli ultimi 20' abbiamo dimostrato di avere una discreta coesione di squadra sia in difesa che in attacco”.